Aggredisce la moglie in auto, mentre guida con i figli a bordo: arrestato 31enne

L'aggressore aveva colpito ripetutamente la moglie sia a mani nude che con il proprio telefono cellulare, provocandole un trauma cranico ed una tumefazione palpebrale, con prognosi di 25 giorni

Immagine di repertorio

Ha aggredito a mani nude e con il proprio telefono la moglie 27enne. Tutto mentre erano in viaggio, lui al volante, lei sul lato passeggero. E’ quanto scoperto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Cerignola che per l’accaduto hanno arrestato Egentjan Yzeiraj, autotrasportatore albanese di 31 anni, già noto alle forze dell’ordine per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Tutto è partito da una richiesta giunta sul 112 da parte dei medici dell’ospedale “Tatarella” dove era una donna in condizioni fisiche precarie. Analizzando la gravità delle ferite riportate e considerando il suo complessivo stato fisico – definito dai medici “allarmante” - i sanitari avevano intuito che la donna potesse essere stata vittima di violenza. Avviate immediatamente le indagini, si scopriva che la vittima, una donna di 27 anni, aveva un passato di violenze ed eventi analoghi ad opera del marito.

Dopo una breve attività di ricerca, i carabinieri sono riusciti a rintracciare e bloccare in strada il 31enne, il quale – come accertato dalle successive indagini - aveva aggredito la moglie provocandole un trauma cranico ed una tumefazione palpebrale, con prognosi di 25 giorni. L’intera violenza era accaduta in autovettura, mentre i due – insieme ai figli di 2 e 6 anni - stavano raggiungendo la loro abitazione in provincia di Brescia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’aggressore aveva colpito ripetutamente la moglie sia a mani nude che con il proprio telefono cellulare, il tutto mentre guidava. Ulteriori indagini hanno permesso di dimostrare l’abitualità della condotta del indagato. Le cause che hanno scatenato la violenza sono da ricondurre a dissidi di natura familiare che sembrerebbero coinvolgere le famiglie d’origine dei due coniugi. Alla luce dell’estrema gravità dei fatti l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto ed, espletate le formalità di tiro, associato presso la casa circondariale di Foggia, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento