menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il coltello del ragazzo

Il coltello del ragazzo

Lucera, si presenta sotto casa dell’ex con un grosso coltello: arrestato 22enne

L’intervento dei carabinieri probabilmente ha scongiurato una tragedia. La vittima, una ragazza di 20 anni, aveva sporto formale querela nei confronti del 22enne fino a quel momento incensurato

I Carabinieri della Compagnia di Lucera hanno tratto in arresto in flagranza del reato con l’accusa di atti persecutori in danno dell'ex compagna, un 22enne del posto, L.R., incensurato. I fatti si sono verificati nella nottata odierna in una zona residenziale della cittadina sveva, e solo il tempestivo intervento dei militari dell’Arma ha scongiurato che la vicenda potesse degenerare in qualcosa di ben più grave.

I Carabinieri, infatti, sono stati allertati dalla vittima, una ventenne lucerina che già nello scorso mese di aprile aveva sporto formale querela nei confronti dell’ex fidanzato, esasperata dalle continue telefonate e sms con cui questi, nel cuore della notte, le chiedeva di vedersi ancora una volta. I militari, ben a conoscenza della situazione di terrore vissuta dalla giovane, hanno subito pensato che il 22enne potesse trovarsi non lontano dall’abitazione della vittima, e la loro intuizione si è rivelata assolutamente fondata.

Il ragazzo è stato infatti sorpreso nei pressi del portone dell’abitazione della ex fidanzata nell’atto di compiere un vero e proprio appostamento e, alla vista dei Carabinieri, ha tentato di darsi alla fuga a bordo della propria autovettura. Bloccato poco dopo in condizioni di assoluta sicurezza, il 22enne è stato sottoposto ad un’accurata perquisizione personale e veicolare, che ha consentito di fare un’inquietante scoperta: il giovane aveva portato con sé un grosso coltello da cucina, con una lama di oltre 25 cm, e non è da escludere che volesse utilizzarlo proprio contro la sua ex compagna.

Gli uomini dell’Arma hanno così accompagnato l’uomo presso la Caserma di Via San Domenico per svolgere tutti gli accertamenti di rito e dove, inchiodato alle sue responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato, il 22enne è stato dichiarato in stato di arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia, ove resterà a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento