Arrestato 38enne: è accusato di furto aggravato, ricettazione e detenzione illegale di arma

Si tratta di Luca Grifa, 38enne arrestato delle Isole Tremiti. Lo scorso gennaio era stato trovato in possesso di una pistola calibro 7.65 completa di caricatore non censita in banca dati

Dovrà rispondere di furto aggravato, ricettazione e detenzione illegale di arma. Il 38enne Luca Grifa è stato arrestato alle Isole Tremiti, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Più volte i carabinieri si erano occupati lui dall’inizio dell’anno: il 9 gennaio, sempre nelle isole diomedee, i carabinieri erano intervenuti nel locale pronto soccorso, a seguito delle lesioni riportate da un giovane dopo una colluttazione avuta con il 38enne che, nella circostanza, oltraggiava i militari con parole offensive e minacciose.

Quattro giorni dopo, lo stesso è stato arrestato in flagranza di reato a San Severo, poiché trovato in possesso di una pistola calibro 7.65 completa di caricatore non censita in banca dati, 50 cartucce dello stesso calibro, 61 cartucce calibro 6.35 e 260 cartucce da guerra calibro 7.62. Le successive indagini hanno consentito di acquisire altri indizi di colpevolezza, che hanno permesso l’emissione del provvedimento restrittivo, anche in ordine alla ricettazione ed alla detenzione illegale di una carabina ad aria compressa calibro 5.5, marca “Ranoer”, non censita in banca dati. L’arma è stata rinvenuta nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata alle Isole Tremiti nell’abitazione del 38enne

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altri indizi di colpevolezza sono emersi in relazione al furto aggravato perpetrato il 21 gennaio 2014, ai danni del villaggio turistico “Punta di Diamante”, ubicato sull’isola di San Domino, nel corso del quale venivano asportati trapani, estintori, tute da sub, utensileria elettrica ed attrezzature per la pesca subacquea, tutto materiale recuperato dai carabinieri in un terreno di proprietà dell’uomo, sulla stessa isola, in località Tamariello. L’arrestato è stato associato al carcere di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento