rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Lesina

Scoperto un "Bazar della criminalità": droga, armi e finte divise in un garage, nei guai ristoratore

Per il fatto è stato arrestato un ristoratore pregiudicato del posto: si tratta di Luigi Di Palma, di 39 anni. I militari dovranno ora accertare il ruolo dell'uomo: se coinvolto in gruppi criminali o mero custode dell’insolito bazar

Scoperto, a Lesina, un autentico “bazar della criminalità”: dalle armi agli ordigni di fattura artigianale, dallo stupefacente alle pettorine e palette simili a quelle delle forze dell’ordine, passando per maschere di gomma, munizionamento vario e materiale per il travisamento.

IL VIDEO | COSA C'ERA NEL GARAGE DI LESINA TRASFORMATO IN BAZAR DEL CRIMINE

Maxi-sequestro a Lesina, scoperto bazar della criminalità

Nel tardo pomeriggio di ieri, i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, insieme a quelli recentemente giunti in rinforzo a seguito dei gravi fatti di sangue commessi in provincia, hanno tratto in arresto un ristoratore pregiudicato del posto: si tratta di Luigi Di Palma, di 39 anni. Nel corso di una perquisizione all'interno di un garage di sua proprietà, in via Pineta di Levante, infatti, è stato scoperto un autentico “bazar della criminalità” che ha portato i militari al sequestro di due uniformi complete tipo Arma dei Carabinieri, 7 pettorine blu riportanti la scritta "Carabinieri", in tutto simili a quelle in dotazione ai reparti investigativi e una paletta per segnalazioni stradali, priva di matricola, riportante la scritta "Polizia Municipale di San Severo”.

di palma luigi-2

L’operazione: sequestrate armi, munizioni e droga

Ancora, sono state sequestrate due pistole - una semiautomatica cal. 7,65 e una semiautomatica cal. 9x19, entrambe con matricola abrasa - un silenziatore e circa un centinaio di cartucce di vario calibro. Recuperati e messi in sicurezza anche due ordigni esplosivi di fabbricazione artigianale, caricati a polvere pirica, con inneschi elettrici, entrambi del peso di 2 kg circa. Nello stesso garage, i militari hanno rinvenuto anche due involucri contenenti complessivamente 2 kg di cocaina e otto buste di cellophane contenenti complessivamente 8 kg di marijuana per un ingente valore commerciale. Insieme a tutto ciò, era presente un vero e proprio kit per il travisamento: maschere di carnevale, passamontagna, guanti in lattice e 91 apparati telefonici, nuovi ancora confezionati. Per il fatto, il ristoratore è stato arrestato e condotto in carcere a Foggia, mentre il materiale sequestrato sarà sottoposto ad accertamenti chimici, dattiloscopici e balistici. Resta da capire il ruolo del 39enne, se coinvolto attivamente in gruppi criminali o mero custode dell’insolito bazar.

FOTO | Lesina, scoperto un "Bazar della criminalità": il sequestro

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto un "Bazar della criminalità": droga, armi e finte divise in un garage, nei guai ristoratore

FoggiaToday è in caricamento