Sorvegliato speciale tradito dal richiamo del mare del Gargano: beccato in auto con la ragazza e arrestato

E' stato notato dai carabinieri mentre a bordo dell'auto della fidanzata viaggiava da Melfi in direzione della provincia di Foggia. Fermato e arrestato a Lavello

Foto di repertorio

Il richiamo del mare del Gargano è costato caro a un ragazzo sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno a Melfi.

Il 26enne albanese, infatti, è stato notato dai carabinieri mentre a bordo dell'auto della fidanzata viaggiava in direzione della provincia di Foggia.

Fermato per un controllo a Lavello, avrebbe ammesso che stavano andando al mare sul Gargano. Una giustificazione che non è servita però a risparmiargli l'arresto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento