Inseguimento da film sulla Statale 16, poi calci e pugni agli agenti: arrestato (era ricercato)

In manette un 27enne senegalese per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Ferito uno degli agenti: per lui 4 giorni di prognosi. L'uomo era ricercato perché gli era stato revocato il permesso di soggiorno

Immagine di repertorio

Ingaggia pericoloso inseguimento con la polizia, poi si scaglia contro gli agenti colpendoli con calci e pugni. E' accaduto lo scorso 19 novembre, a Cerignola, dove gli agenti del commissariato cittadino hanno arrestato un 27enne senegalese per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Nel dettaglio, nel transitare lungo la Statale 16  - direzione Foggia, gli operatori della 'Volante' avevano notato un’autovettura con targa polacca con un soggetto di colore alla guida che, alla vista degli operatori, nascondeva il viso con il cappuccio della felpa indossata. Gli agenti hanno deciso, quindi, di procedere ad un controllo, ma l'uomo invece di fermarsi ha ingranato la marcia, ingaggiando un pericoloso inseguimento.

Il fuggitivo zigzagava tra le autovetture, creando pericolo per gli altri utenti della strada. Dopo alcuni chilometri, si è diretto verso il comune di Stornara, immettendosi in diversi tratturi interpoderali. Ad un certo punto, ha abbandonato il mezzo ancora in marcia e si è dato alla fuga a piedi inseguito da uno degli agenti che, dopo alcuni metri, è riuscito a bloccarlo.

L’uomo ha opposto un’attiva resistenza contro l’agente, colpendolo con pugni e calci per liberarsi dalla presa, cosa che non riusciva in quanto, con l’aiuto dell’altro agente, è stato finalmente bloccato. L’agente colpito ha riportato ferite giudicate guaribili in 4 giorni. I successivi accertamenti hanno permesso di accertare che l’uomo era da ricercare perché gli era stato revocato il permesso di soggiorno. Pertanto, l’uomo, su disposizione del P.M. di turno, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento