Stalking nei confronti dell'ex, imprenditore finisce ai domiciliari. Lui si giustifica: "Ero lì per il parcheggio"

Le condotte moleste sono state denunciate dalla donna alla polizia, a partire dallo scorso giugno, ovvero dalla fine della relazione tra i due. Lui finisce ai domiciliari ma respinge ogni accusa

Immagine di repertorio

Accusato di atti persecutori nei confronti dell'ex compagna, finisce ai domiciliari un imprenditore 67enne di Foggia. L'uomo è stato arrestato in flagranza di reato perchè, nonostante un provvedimento di ammonimento che gli vietava di avvicinare la vittima, è stato sorpreso nei pressi della sua attività commerciale. Il 67enne, quindi, è finito ai domiciliari ma lui respinge l'accusa: "Non ho molestato l'interessata, ero lì perchè parcheggio sempre in quella zona", la sua giustificazione. Le condotte moleste sono state denunciate dalla donna alla polizia, a partire dallo scorso giugno, ovvero dalla fine della relazione tra i due. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento