Cronaca Cerignola

Falsi braccianti percepivano indennità dall’Inps: arrestato imprenditore

Il 49enne di Cerignola è accusato di truffa aggravata. Indennità di disoccupazione, maternità e malattia per 182mila euro

Un imprenditore agricolo di Cerignola è finito agli arresti domiciliari per truffa aggravata nei confronti dell’Inps finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche che dal 2006 al 2011 hanno provocato un rilevante danno all’erario derivante da indebite erogazioni previdenziali ed assistenziali relative a circa 88 falsi braccianti agricoli destinatari di indennità di disoccupazione, di maternità e di malattia.

La misura cautelare è stata eseguita dai carabinieri del NIL. R.A., classe ’53, è accusato di aver posto in essere fittizie assunzioni di braccianti. Infatti, pur disponendo di fondi agricoli, i terreni sono risultati incolti da diverso tempo. L’uomo avrebbe prodotto documenti di falsi rapporti di lavoro che hanno indotto gli uffici dell’Inps a commettere l’errore di erogare indennità ai falsi braccianti.

L'operazione di polizia giudiziaria ha permesso di accertare che l’imprenditore agricolo destinatario della misura cautelare, ha denunciato all’ente di Foggia circa 8mila false giornate agricole e 88 rapporti di lavoro “fittizi”, che hanno consentito di far percepire loro indebite erogazioni previdenziali ed assistenziali per indennità di disoccupazione, di maternità e di malattia per circa 182mila euro.  Nel corso delle indagini è stata accertata anche una evasione contributiva di 75mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi braccianti percepivano indennità dall’Inps: arrestato imprenditore

FoggiaToday è in caricamento