Sorpreso con complici a smontare auto rubata: preso titolare di un’autodemolizione

Durante la perquisizione presso l'autodemolizione di Giovanni Valentino, i poliziotti di Cerignola, hanno sequestrato i ricambi per sottoporli ad accertamenti tecnici e risalire ad eventuali altri veicoli rubati

L'auto cannibalizzata

Riciclaggio e ricettazione di veicoli rubati: con questa accusa il personale del commissariato di polizia di Cerignola, agli ordini del vicequestore aggiunto, Loreta Colasuonno, hanno eseguito un fermo nei confronti di Giovanni Battista Valentino, classe 1966, e già noto a questi uffici per analoghi reati.

Durante l’attività info-investigativa, gli agenti sono riusciti ad individuare una delle zone in cui un’organizzazione criminale, dedita all’attività di riciclaggio, celava le autovetture rubate e successivamente le smontava al fine di catalogarle e rimettere in commercio i pezzi di ricambio, sotto la copertura di autodemolizioni.

Dopo aver localizzato i terreni dove le autovetture venivano materialmente “cannibalizzate” e dopo aver ritrovato due scocche già smontate e date alle fiamme, sicuramente per rendere irriconoscibili i dati identificativi,  i poliziotti decidevano di iniziare un lungo servizio di osservazione, al fine di porre fine all’illecita attività.

Trascorse alcune ore, sul posto, giungeva un individuo a bordo di un’autovettura Peugeot di nuova immatricolazione, che abbandonava l’auto e si dileguava a piedi, facendo perdere le proprie tracce. Dopo circa un’ora, nello stesso luogo, giungeva un’altra autovettura, con a bordo tre persone, le quali, dopo aver scaricato alcune cassette in plastica contenenti utensili per lo smontaggio dei veicoli, cominciavano a “sezionare” l’autovettura, smontando la targa, il cofano motore e lo sportello lato guida, che successivamente veniva caricato a bordo dell’autovettura di proprietà di Valentino.

A questo punto, gli agenti, al fine di salvaguardare il mezzo, decidevano d’intervenire, uscendo allo scoperto e intimando l’alt di polizia. I tre fuggivano per le campagne adiacenti, ma il 48enne veniva immediatamente raggiunto e dichiarato in stato di fermo, mentre i due complici riuscivano a far perdere le loro tracce, percorrendo un canale di scolo.

L’autovettura in questione è risultata rubata nella stessa giornata a Triggiano, in provincia di Bari. Essendo il Valentino proprietario di un’autodemolizione, situata nelle vicinanze del luogo dove era stata rinvenuta l’autovettura provento di furto, si decideva di effettuare un controllo al suo interno, dove venivano rinvenuti diverse parti di ricambio che portava gli agenti della Polizia di Stato a sequestrare preventivamente tutta l’area, in modo da sottoporre tutti i ricambi rinvenuti ad accertamenti tecnici e risalire ad eventuali altri veicoli provento di furto.

Il valore del materiale rinvenuto e sottoposto a sequestro ammonta a circa 200mila euro. L’uomo, dopo le formalità di rito, veniva messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente ed accompagnato presso la casa circondariale di Foggia.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Omicidio a Cerignola: uccisa donna di 41 anni in via Fabriano, il marito il principale indiziato del delitto

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento