rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Cerignola

Ruba motorino e pretende 200 euro per la restituzione: "cavallo di ritorno" incastra 20enne

I carabinieri hanno arrestato un 20enne cerignolano Gianluca Cotugno. La notifica del provvedimento è avvenuta in carcere dove era stato condotto 10 giorni, per una serie di furti e rapine

Il meccanismo è quello del classico “cavallo di ritorno”, in merito ad uno scooter sottratto al suo proprietario, restituito dopo il pagamento di una somma di denaro e poi sottratto nuovamente. Per il fatto, i carabinieri della compagnia ofantina hanno arrestato un 20enne cerignolano in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Foggia.

Si tratta di Gianluca Cotugno, gravemente indiziato dei reati di estorsione e rapina. Il provvedimento è scaturito a seguito dell’attività di indagine dei carabinieri, le cui risultanze sono state pienamente condivise dall’Autorità Giudiziaria. Da quanto ricostruito, lo scorso 12 aprile, il giovane aveva costretto una persona, mediante minaccia, a consegnargli 200 euro per la restituzione di un ciclomotore Honda rubatogli nella giornata precedente.

Una volta restituito il veicolo dietro pagamento della somma estorta, lo stesso si è presentato nuovamente dalla vittima per sottrargli nuovamente il ciclomotore. Il provvedimento restrittivo è stato notificato al 20enne al carcere di Foggia dove lo stesso era detenuto per altra causa. Appena 10 giorni fa, infatti, lo stesso era stato arrestato dagli uomini del commissariato di Cerignola per una serie di furti, scippi e rapine avvenute in città.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba motorino e pretende 200 euro per la restituzione: "cavallo di ritorno" incastra 20enne

FoggiaToday è in caricamento