Macerata, cerignolani rubano carico di pesce da 200mila euro: arrestati

Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso. La merce era destinata al mercato nero in vista delle festività natalizie, ma è stata restituita al titolare dell'azienda maceratese

Immagine di repertorio

Avevano appena rubato pesce per almeno 200mila euro in una ditta di Montecassiano (Macerata) sette uomini di Cerignola arrestati la notte scorsa dai carabinieri di Ascoli. I dettagli dell'operazione 'Puglia Express' sono stati illustrati in una conferenza stampa dal maggiore Luigi Dellegrazie.

I militari stavano da tempo indagando su una serie di furti avvenuti nelle province di Fermo e Macerata ai danni di ditte di alimentari e calzaturiere, notando in più occasioni la presenza in zona di alcune auto di pregiudicati del Foggiano.

Hanno così sviluppato attività di controllo soprattutto ai caselli autostradali dove ieri è stato segnalato l'arrivo di due auto già note e di un camion. Si muovevano in convoglio, con le due auto in testa e in coda e il mezzo pesante al centro. Il convoglio è stato intercettato lungo l'autostrada A14 e bloccato su un viadotto fra due gallerie nel tratto di Porto San Giorgio.

Gli occupanti, che non erano armati, non hanno opposto resistenza. Avevano appena asportato dalla ditta 'Delizie di Mare' di Montecassiano pesce congelato e fresco per un valore commerciale di circa 200 mila euro. La ditta in questione aveva peraltro già subito un furto analogo poche settimane fa. In manette sono finiti F.P.G di 22 anni, G.G. di 44, M.M. di 22, S.M. di 29 , M.M. di 38, G.G. di 36 e T.A. di 39.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arrestati, tutti accusati di furto aggravato in concorso, sono ora nel carcere di Ascoli a disposizione del sostituto procuratore di Fermo Raffaele Iannella. La merce era destinata al mercato nero in vista delle festività natalizie, ma è stata restituita al titolare dell'azienda maceratese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento