Vede ladri in camera da letto, donna finge di dormire poi chiama il 113: arrestati

In manette un 25enne di nazionalità rumena, con alle spalle altre condanne per furti in appartamento. Con lui anche due minori, entrambi 13enne e quindi non imputabili

Immagine di repertorio

Terribile avventura, quella vissuta la scorsa notte, in un appartamento in via De Stisi, a Foggia, dove una coppia di coniugi si è ritrovata faccia a faccia con un estraneo in camera da letto, intento a rovistare in un comò. Tutto questo mentre loro dormivano, a due passi dal “topo d’appartamento”.

Non era solo. Con l’uomo, successivamente identificato per Ovidiu Chiriac, 25enne di nazionalità rumena e in Italia senza fissa dimora, vi erano altri due minori, entrambi 13enni e per questo non imputabili. Il fatto è successo poco dopo l’una. I rumori del “lavorio” dell’uomo e dei suoi piccoli complici hanno però richiamato l’attenzione della donna che, per paura che i tre potessero fare del male a lei e al marito, ha finto di dormire attendendo che gli stessi uscissero dalla camera da letto per agire.

In una manciata di minuti che sono sembrati un’eternità, la donna ha visto il 25enne aprire i cassetti del comò e ha sentito distintamente i rumori provenire dalle altre stanze della casa e poi qualcuno armeggiare sulla porta d’ingresso, per uscire indisturbato dopo il furto. A quel punto è partita la segnalazione al 113 che immediatamente inviato una Volante sul posto. Gli uomini diretti dal vice questore aggiunto Pasquale Fratepietro hanno effettuato una immediata ricerca in zona, che ha permesso di recuperare, nei pressi dell’abitazione, le chiavi di due autovetture e un portafogli, mentre lungo il vicino corso Roma sono state rintracciate tre persone corrispondenti alla descrizione fatta dalla proprietaria di casa .

I tre sono stati bloccati e, nel corso dell’attività di indagine, il 25enne è stato riconosciuto senza alcun dubbio dalla proprietaria di casa, mentre i due minori corrispondevano esattamente alla descrizione fornita da un testimone che aveva notato il gruppetto allontanarsi in tutta fretta. Chiriac è stato arrestato per furto aggravato in abitazione, in concorso con minorenni. Non è la prima volta: l’uomo, che ha numerosi precedenti di polizia, ha già subito condanne per furto in abitazione. Dal successivo sopralluogo della polizia, è emerso che i tre sono entrati in casa forzando la finestra del bagno che si affaccia su di un terrazzo e che dall’appartamento erano stati asportati un pc, un telefono cellulare, le chiavi di due autovetture e un portafogli contenente pochi spiccioli e documenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento