menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della rapina - ph. MilanoToday

Un momento della rapina - ph. MilanoToday

Da Foggia a 'Milano', mette a segno sette rapine-fotocopia un mese: arrestato dopo colpo in farmacia

Arrestato dalla polizia. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, l'uomo era salito a Milano alcune settimane fa. Dormiva in un hotel di viale Lombardia e giovedì sarebbe stato il suo ultimo giorno perché era in partenza per l'estero

Arrestato dai 'Falchi' dopo una rapina in farmacia. Ma l'uomo, foggiano di 58 anni, sarebbe l'autore di altre sei rapine-fotocopia (cinque consumate e una tentata) commesse tra luglio e agosto nella zona Nordovest di Milano.

L'uomo, Sergio Fini, è stato arrestato ieri mattina, nel capoluogo lombardo, al termine di un colpo in una farmacia di via Felice Casati, zona piazza della Repubblica: il 58enne aveva appena 'prelevato' circa duecento euro e stava scappando dopo aver cambiato la maglietta, convinto che bastasse quello per far perdere le sue tracce. Come riporta MilanoToday.it, la dinamica della rapina era stata abbastanza semplice ma singolare: dopo essersi finto cliente e aver ordinato del collirio, il 58enne aveva tirato fuori la pistola da uno zaino e si era fatto consegnare l'incasso. 

Durante l'assalto, Fini, vestito con abiti oscuri e un berretto da baseball, aveva usato alcune parole molto caratteristiche, come per rassicurare la vittima: "So che siete assicurati e vi rimborsano. Stia tranquilla". Segno che il colpo non era frutto del caso. Anche per questo i poliziotti sono convinti che si tratti della stessa persona che nei giorni scorsi avrebbe colpito altre farmacie della zona.

Quando si è trovato la polizia addosso non ha opposto resistenza. Nello zaino nascondeva il denaro appena rubato, l'arma e il collirio. Sergio Fini, stando al racconto della questura, era salito a Milano alcune settimane fa. Dormiva in un hotel di viale Lombardia e giovedì sarebbe stato il suo ultimo giorno perché, stando alle sue parole, era diretto all'estero. Secondo quanto ricostruito dalla Mobile, il passato criminale dell'uomo parla chiaro: da sempre è stato un trasfertista verso il Milanese, il Monzese e il Pavese. Ha precedenti per rapina a farmacia e supermercati risalenti agli anni Novanta e agli anni Duemila. Un 'vizio' che evidentemente non ha mai abbandonato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento