Crea scompiglio nella comunità in cui è ai domiciliari. "Qui non è più sicuro", 29enne finisce in carcere

Protagonista dei disordini, un 29enne di Foggia che si trovava in regime di arresti domiciliari nella comunità San Gregorio, a Padova, per reati contro il patrimonio

Ai domiciliari in una comunità, sfoga la sua rabbia nei confronti dei compagni, attuando comportamenti violenti nei confronti delle altre persone che vivono con lui.

Accade all'interno della comunità San Gregorio, in via Vigonovese, a Padova; a portare scompiglio è stato un 29enne foggiano, ai domiciliari per reati contro il patrimonio. Come riporta PadovaOggi.it, quest'oggi i carabinieri hanno prelevato il giovane e condotto lo stesso in carcere perchè "non era più sicuro che lui restasse lì dentro e scontasse un regime di pena lieve". Il 29enne, quindi, è finito dietro le sbarre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento