Violenza sessuale, ma anche pugni e calci alla presenza dei figli: orrore in famiglia, arrestato marito

Arrestato a Foggia un pregiudicato classe ’57, ritenuto gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della propria moglie

Questa mattina gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile, all’esito di attività di indagine coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dal medesimo ufficio inquirente ed emessa dal GIP presso il Tribunale di Foggia, nei confronti di un pregiudicato classe ’57, ritenuto gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della propria moglie.

L’attività d’indagine trae origine dalla denuncia presentata dalla moglie dell’arrestato, la quale ricostruiva i gravi episodi di violenza, ingiurie e minacce posti in essere da diversi in anni ai suoi danni dall’indagato, sfociati anche nel compimento di atti sessuali senza il di lei consenso.

Le gravi offese, come acclarato dagli investigatori, venivano sovente accompagnate da atti di violenza fisica quali pugni, calci e schiaffi, il tutto alla presenza dei figli della coppia, le cui dichiarazioni testimoniali hanno contribuito alla ricostruzione della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento