Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Via Gioberti

Minaccia compagna con un'ascia, lei si libera e chiede aiuto: arrestato

In passato era stata anche segregata in casa insieme al figlioletto per motivi di gelosia, chiusa a chiave e privata del suo cellulare. La donna ha poi ritrattato le accuse, l'uomo è ai domiciliari

Con l'accusa di sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e porto ingiustificato in luogo pubblico di un'ascia, gli agenti della Squadra Mobile della questura di Foggia hanno arrestato D.C.T., 29enne di Foggia, con precedenti per reati contro il patrimonio e spaccio di sostanze stupefacenti.

E' stato denunciato dalla convivente che ha raccontato di essere stata picchiata e costretta a salire a bordo di un'auto dall'uomo e che in passato era stata anche segregata in casa insieme al figlioletto per motivi di gelosia, chiusa a chiave e privata del suo cellulare.

Dopo l'arresto la donna ha ritrattato le accuse nei confronti del convivente, attualmente ai domiciliari.

Ma l’episodio che ha spinto gli agenti ad indagare è quello avvenuto qualche giorno fa in via Gioberti, quando la donna è scesa da un’auto urlando e chiedendo aiuto. Gli uomini in divisa hanno fermato il 29enne che si è giustificato dicendo che si trattava di un normale litigio tra conviventi.

Peccato però che con un’ascia in mano aveva appena minacciato la vittima che l’avrebbe fatta a pezzi.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia compagna con un'ascia, lei si libera e chiede aiuto: arrestato

FoggiaToday è in caricamento