rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Irregolare sul territorio riduce in fin di vita ospite del Cara: arrestato per tentato omicidio

La notte tra il 22 e il 23 gennaio scorso c’è stata una violenta lite presso ‘l’ex pista’ adiacente al Cara di Borgo Mezzanone. La polizia ha fermato Anthony Agholor

Personale della Squadra Mobile, sezione criminalità extracomunitaria, nella tarda mattinata di ieri, ha proceduto al fermo di P.G. di Anthony Agholor nato in Nigeria classe 1988, irregolare sul territorio nazionale, domiciliato nella zona attigua al C.A.R.A di Borgo Mezzanone, denominata ‘ex pista’, in quanto  responsabile del tentato omicidio di un suo connazionale .

In particolare, nella tarda serata del 23 gennaio si è appreso della presenza presso il reparto di terapia intensiva di  un cittadino nigeriano giunto in codice rosso per gravissime fratture al cranio. Le indagini hanno consentito di accertare che  notte del 22 la parte lesa, ospite del centro richiedenti asilo di Borgo Mezzanone, ha avuto una violenta lite nel corso della quale era stata  ripetutamente colpita al capo con una bottiglia da un suo connazionale, con conseguenti gravissime condizioni.

Una minuziosa attività investigativa fondata anche sulla escussione di alcuni testimoni, ha consentito di identificare l’aggressore. Le immediate e mai interrotte ricerche dell’autore del grave delitto si concludevano nella tarda mattinata di ieri, all’interno del Cara, dove il trentenne era riuscito ad entrare senza che ne avesse titolo. Agholor è stato catturato e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.

  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irregolare sul territorio riduce in fin di vita ospite del Cara: arrestato per tentato omicidio

FoggiaToday è in caricamento