Spara al suocero e scappa: 26enne arrestato dalla polizia, indagata anche la moglie

Le indagini della polizia hanno sin da subito stretto il cerchio attorno al genero dell'uomo, Luciano Sponsillo, 26enne pregiudicato, sottoposto a fermo per i reati di tentato omicidio e porto illegale di arma comune da sparo

La conferenza stampa

Spara al suocero e scappa fuori regione. Sono bastati pochi giorni per gli agenti della squadra mobile per individuare il responsabile del ferimento avvenuto a colpi di pistola, la sera del 21 settembre scorso, in zona "Macchia Gialla", a Foggia, dove un uomo di 47 anni è stato colpito all'altezza dell'inguine da un colpo di pistola in via Monsignor Lenotti, all'angolo con via Lussemburgo

Le attività intraprese dalla polizia hanno sin da subito stretto il cerchio attorno al genero dell'uomo, Luciano Sponsillo, 26enne foggiano, pregiudicato, sottoposto a fermo di indiziato di delitto per i reati di tentato omicidio e porto illegale di arma comune da sparo. Le indagini, coordinate dalla Procura di Foggia, hanno accertato che la vittima, dopo essere uscita dall’abitazione della sorella, mentre saliva sulla propria autovettura, è stata raggiunta dal genero, che gli ha esploso un colpo di arma da fuoco ferendolo all’altezza dell’inguine. Il movente del grave atto andrebbe ricondotto a forti contrasti familiari.

Lo stesso, inoltre, qualche giorno dopo, si era reso responsabile di un ulteriore grave episodio consumato ai danni della vittima e di altra persona in sua compagnia, entrambi aggrediti con un paio di forbici, il primo ferito al collo e alla testa, l'altro al fianco. Pertanto, emesso il fermo, dal 26 settembre sono state subito avviate mirate ricerche volte alla cattura deell'uomo, che nel frattempo si era reso irreperibile unitamente ai propri familiari: si erano rifugiato fra la provincia di Salerno e la provincia di Avellino. Sponsillo è stato rintracciato dalla polizia nella notte del 29 settembre, nel comune di Ariano Irpino mentre viaggiava  a bordo della propria auto insieme alla moglie, figlia della vittima, indagata in concorso con il coniuge per i medesimi reati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento