menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il virus non ferma lo spaccio in 'Piazza Libanese', ma il pusher non fa i conti con i carabinieri: in manette 20enne

Il giovane è stato trovato in possesso di 86 dosi di hashish e marijuana, già pronte per essere vendute, e denaro contante provento dell’attività di spaccio

Stretta sullo spaccio di droga, blitz nella cosiddetta 'piazza Libanese': carabinieri incastrano pusher 20enne.

Continua senza sosta, è l’impegno dei carabinieri del comando provinciale di Foggia nel contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nelle diverse piazze di smercio della città. Gli occhi vigili e attenti delle ‘gazzelle’ del 112, hanno infatti permesso di individuare un ventenne foggiano, appostato con fare sospetto, nella cosiddetta ‘piazza Libanese’ (al secolo, piazza Volontari per la pace).

Immediato è stato il controllo da parte dei militari della Sezione radiomobile dei carabinieri di Foggia nei confronti del giovane pusher, prima che lo stesso riuscisse a dileguarsi disfacendosi della sostanza stupefacente.

Al termine della perquisizione personale il giovane è stato trovato in possesso di 86 dosi complessive di hashish e marijuana, suddivise in bustine pronte per essere vendute ai diversi acquirenti, nonché di denaro contante, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Il 20enne è stato arrestato e al termine delle formalità di rito sottoposto agli arresti domiciliari come disposto dalla procura di Foggia in attesa del rito per direttissima celebratosi in videoconferenza. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la liberazione del giovane e la misura cautelare dell’obbligo di presentazione presso la locale stazione carabinieri.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento