Shock in via Galliani: un coltello puntato alla gola, poi la rapina e la violenza sessuale

Si tratta di Serraji Jalal. L'episodio è accaduto in via Galliani, dove l'uomo ha bloccato la vittima puntandole un coltello alla gola, derubandola e costringendola ad avere un rapporto sessuale

Serraji Jalal

È stato arrestato con l’accusa di rapina e violenza sessuale ai danni di una donna, Serraji Jalal, trentenne di nazionalità marocchina.
L’operazione compiuta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Foggia, è scattata in seguito alle segnalazioni di alcuni passanti che avevano individuato in via Galliani la vittima, una donna di origini napoletane, in evidente stato di shock che chiedeva aiuto.

Secondo il racconto, la malcapitata stava rincasando dopo una serata trascorsa con un amico, quando sarebbe stata avvicinata e bloccata con un coltello puntato alla gola, da un soggetto di nazionalità straniera, che dopo averle strappato la borsa e rubato i soldi (poche decine di euro) e un pacchetto di sigarette, l’ha costretta ad avere un rapporto sessuale, per poi guadagnare la fug.

A soccorrere la donna sono alcuni automobilisti transitati in zona, che hanno allertato immediatamente i carabinieri. Il racconto della donna e alcune indicazioni sull’abbigliamento del soggetto, hanno agevolato le ricerche dei militari che poco dopo – sempre nei pressi di via Galliani – hanno individuato e bloccato dopo un breve inseguimento Serraji Jalal (aveva con sé il denaro sottratto alla vittima).

Già noto alle forze dell’ordine, con numerosi precedenti per furto, e sottoposto all’obbiligo di dimora nel Comune di Foggia con prescrizione di non allontanarsi nelle ore notturne, Serraji è stato arrestato e condotto presso il carcere di Foggia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento