Colpevoli di violenza sessuale, due arresti a Foggia: le sentenze dopo 13 e 15 anni dai fatti

Nei loro confronti, la polizia ha ottemperato provvedimento di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione e ripristino dell’ordine stesso, emesso, rispettivamente, Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e dalla Procura presso il Tribunale di Foggia

Due arresti per violenza sessuale, in riferimento a due episodi avvenuti rispettivamente 13 e 15 anni fa, a Foggia.

Lo scorso 11 marzo, gli agenti della squadra mobile hanno ottemperato ad un provvedimento di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione e ripristino dell’ordine medesimo emesso, rispettivamente, Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia.

Nel primo caso, il provvedimento riguarda un giovane, classe 1992, minorenne all'epoca dei fatti, riconosciuto colpevole per il reato di violenza sessuale, commesso negli anni 2006 e 2007 a. Il provvedimento è scaturito dalla sentenza definitiva della Corte d’Appello per i Minorenni di Bari. Il giovane deve scontare la pena della reclusione di 1 anno e 8 mesi, pertanto dopo le formalità di rito gli agenti lo hanno accompagnato presso la Casa Circondariale di Foggia.

Il secondo ordine, invece, riguarda un uomo di 56 anni: in seguito alla sentenza definitiva della Corte d’Appello di Bari e la dichiarazione di inammissibilità al ricorso della Corte Suprema di Cassazione, il predetto è stato riconosciuto colpevole del reato di violenza sessuale commesso a Foggia, nel 2004. Lo stesso deve scontare la pena residua di 6 mesi, pertanto gli Agenti lo hanno condotto in carcere presso la Casa Circondariale di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento