rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

Racket delle 'lucciole' tra la Puglia e la Campania: 39enne arrestata a Foggia

E' finita ai domiciliari nell'ambito dell'operazione Eredità in quanto avrebbe favorito la prostituzione di alcune ragazze sudamericane

Nell’ambito dell’operazione denominata “Eredità” ed eseguita dai militari del Norm della compagnia dei carabinieri di Sala Consilina di Salerno, coadiuvati dai colleghi di Potenza, Battipaglia, Avellino e Montesilvano, è stata sgominata un’organizzazione dedita al racket delle lucciole tra la Puglia e la Campania.

Tre persone, tra cui una dominicana di 39 anni, sono state arrestate con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La donna è stata bloccata a Foggia ed è finita agli arresti domiciliari in quanto avrebbe favorito la prostituzione di alcune sudamericane attraverso la pubblicazione di annunci hot su internet corredate da foto, che però spesso non corrispondevano alle caratteristiche fisiche reali delle lucciole.

L’attività di meretricio sarebbe partita da Montesilvano. In carcere è finito anche un 61enne di Battipaglia. La figlia 37enne di Avellino è stata sottoposta alla misura degli arresti domiciliari. La donna reclutava le giovani vittime da avviare alla professione mentre padre e figlia imponevano il pagamento giornaliero di 60 euro per l’alloggio, accompagnandole presso i domicili dei clienti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Racket delle 'lucciole' tra la Puglia e la Campania: 39enne arrestata a Foggia

FoggiaToday è in caricamento