Marijuana tra gli alberi di ulivo, scoperta 'stupefacente' in via Trinitapoli: scatta l'arresto (e il sequestro)

La perquisizione degli agenti della mobile ha permesso di scoprire anche un piccolo vivaio (9 piantine ancora in fase di crescita) e di recuperare sostanza da essiccare o già pronta per la vendita per oltre 4 kg

Parte del materiale sequestrato

Arbusti di marijuana nascosti tra gli alberi di ulivo. E' la 'scoperta' fatta dagli agenti della squadra mobile di Foggia, in via Trinitapoli, alla periferia della città.

Per il fatto, gli uomini del “Gruppo Foggia”, hanno arrestato un incensurato della provincia di Bari, classe ’66, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e coltivazione di alcune piante di marijuana. Nell’ambito di un predisposto servizio volto al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli investigatori hanno effettuato un’attività di perquisizione in via Trinitapoli; qui, all’interno di un terreno agricolo, hanno riscontrato la presenza, occultate tra gli alberi di ulivo, di 9 piante di marijuana dell’altezza di circa 2,50 metri e di una pianta di marijuana alta 1,75 metro. Alla base di un albero d’ulivo vi erano altre 9 piantine di circa 10 cm.

In seguito a tale rinvenimento, su specifica richiesta degli operatori, il proprietario del terreno agricolo non presentava alcuna documentazione attestante eventuali autorizzazioni in suo possesso circa la produzione e coltivazione della sostanza stupefacente, rafforzando l’ipotesi investigativa che lo stesso svolgesse tale attività illecitamente ai fini di spaccio. L’attività di polizia giudiziaria è stata quindi estesa anche all’abitazione dello stesso. Così gli agenti hanno potuto sequestrare alcuni barattoli contenenti rispettivamente 82 e 122 grammi.

Rinvenuta ancora una ciotola in plastica contenente altri 10 grammi di marijuana, mentre altri 50 grammi erano in una scatola in polistirolo e altri 40 in una busta di plastica. Poco distante, vi erano tre cassette in plastica da frutta con all'interno marjiuana da essiccare per 1,690 kg. Recuperato anche tutto il materiale utile per il confezionamento della sostanza stupefacente, quali una macchina sottovuoto per sigilla sacchetti, una bilancia di precisione digitale, svariati sacchetti dello stesso tipo di quelli usati per il confezionamento della sostanza rinvenuta.

Le sorprese non sono finite: nella camera da letto, occultati sotto il letto, sono stati rinvenuti  altri 14 sacchetti di plastica sottovuoto trasparente sigillati contenenti altra marijuana per complessivi 2,280 kg. Al termine delle formalità di rito, l'uomo - su disposizione del P.M. di turno presso il Tribunale di Foggia - è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento