Cronaca

Arrestato per aver fornito false generalità: guidava con la patente sospesa

L'uomo era a bordo in un motociclo. Ai carabinieri ha detto che la carta d'identità che aveva nel suo marsupio era di un suo amico. E' stato arrestato dopo essersi sfilato il casco dalla testa

I carabinieri di Foggia hanno arrestato P. L., pregiudicato di Foggia, fermato alla guida di un motociclo per un normale controllo.

Ai militari dell’Aliquota Radiomobile ha dichiarato di non essere in possesso di documenti di riconoscimento, declinando verbalmente le sue generalità.

Insospettiti dall’atteggiamento del 33enne, i militari dell’Arma hanno proceduto alla perquisizione del suo marsupio, al cui interno  l’uomo conservava una carta d’identità su cui erano riportate le sue generalità, ma lo stesso, approfittando del casco protettivo, ha dichiarato di essere suo amico che gli aveva dato il documento per regolarizzare un passaggio di proprietà di un veicolo.

Quando gli uomini in divisa lo hanno invitato a sfilarsi il casco, hanno scoperto che la carta d’identità apparteneva a lui e che a carico dello stesso vi era un provvedimento di sospensione di 12 mesi della patente di guida, per aver condotto un veicolo con documenti assicurativi contraffatti.

L’uomo è stato tratto in arresto per aver fornito false generalità ad un pubblico ufficiale e condotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del giudizio per direttissima.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per aver fornito false generalità: guidava con la patente sospesa

FoggiaToday è in caricamento