Minacciato di morte fa arrestare il figlio: "Voleva i soldi per acquistare la droga"

Il dramma di una famiglia foggiana, l'intervento dei carabinieri dopo l'ennesima lite che ha portato all'arresto di un 30enne che dovrà rispondere di estorsione ai danni dei genitori, minacciati di morte

Immagine di repertorio

L’ennesimo litigio, nato dall’ennesima richiesta di denaro necessario per acquistare stupefacenti. Questa volta, però, un trentenne foggiano ha reagito in malo modo al rifiuto del padre, da anni vessato da continue richieste economiche e relative minacce: una vera e propria estorsione reiterata nel tempo.

Al punto tale che il genitore, sfiancato dal protrarsi di questa situazione, ha deciso di denunciare il figlio, arrestato dai carabinieri della compagnia di Foggia. Dovrà rispondere di estorsione nei confronti del padre che, ormai disperato per le continue minacce subite, ha riferito ai militari che lo stesso, per ottenere somme di denaro con cui acquistare sostanze stupefacenti, non esitava a minacciare di morte tutta la famiglia.

I carabinieri sono intervenuti nel corso dell’ultimo episodio quando il ragazzo, al rifiuto dei genitori, reagiva prima distruggendo mobili e suppellettili presenti in casa e poi appropriandosi di alcuni strumenti musicali, tra cui una chitarra che intendeva rivendere per ricavarne il denaro necessario ad acquistare lo stupefacente. A quel punto il padre ha chiamato i carabinieri che hanno potuto constatare i danni provocati in casa e, dopo la denuncia, hanno arrestato il figlio per estorsione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Già qualche giorno prima i carabinieri, a seguito dell’ennesimo litigio, intervenivano presso l’abitazione della famiglia dell’arrestato e in quella occasione procedevano in via cautelare al sequestro di 2 pistole legalmente detenute dal padre, al fine di evitare, vista la situazione di estrema tensione, che potessero essere utilizzate per compiere gesti inconsulti. Dopo le formalità di rito il giovane è stato associato alla casa circondariale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento