Lavoravano in nero in un ristorante, uno si spacciava per un altro: arrestato

Un cittadino marocchino è stato arrestato dai Carabinieri durante un'attività ispettiva in materia di lavoro. L'uomo aveva utilizzato la documentazione di un suo connazionale regolare

Lavorava usando i documenti di un connazionale. È finito in manette un cittadino marocchino, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro insieme al personale di Foggia Porta San Severo, nell’ambito di un’attività ispettiva in materia di lavoro. L’uomo è stato individuato in un ristorante etnico di Foggia e, interrogato sulla sua identità, faceva dichiarazioni false ai militari.

Dalle successive verifiche, si è accertato che l’uomo aveva fornito al titolare del ristorante una documentazione di un connazionale, regolare sul territorio italiano, per poter essere assunto.

Il cittadino straniero è stato arrestato e condotto presso il carcere di Foggia. Al termine dei controlli i militari hanno individuato la presenza all’interno del ristorante di un lavoratore in “nero”, comminando una sanzione amministrativa al ristoratore di 3mila euro.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Spaccate e micidiali bombe, così assaltavano i bancomat di Foggia: due arresti (si cercano i complici)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento