rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Scoperto ‘covo della droga' in pieno centro, dentro oltre 16 kg di stupefacenti, quadri e reperti archeologici

I controlli dei carabinieri in un deposito in via dei Conciatoi. Denunciato anche un 46enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e guida senza patente

Perquisizioni ‘a tappeto’, da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Foggia, nel tentativo di debellare il fenomeno della detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le attività hanno portato i militari a scovare un vero e proprio ‘covo della droga’ in pieno centro cittadino. In particolare, alcuni giorni fa, i militari hanno effettuato una perquisizione d’iniziativa personale, veicolare e locale nei confronti di un 48enne e di un 46enne, entrambi originari del capoluogo dauno e già noti alle forze dell’ordine, mentre si trovavano in via dei Conciatoi a bordo di una Fiat Punto condotta dal secondo.

Nel corso della perquisizione personale i carabinieri hanno trovato addosso al 48enne un mazzo di chiavi utile per l’apertura di un magazzino poco distante nel quale i militari hanno fatto subito irruzione, rinvenendo un vero e proprio deposito di sostanze stupefacenti. All’interno, infatti, erano nascosti 11,5 Kg di marijuana confezionata in sacchi sottovuoto, panetti di hashish per un peso complessivo di circa 300 grammi, 4,5 kg di olio di hashish in fase di lavorazione, 6 vasi di terracotta, un’anfora, quattro statuette di possibile interesse storico-archeologico nonché 5 quadri sui quali sono ancora in corso accertamenti.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro penale. Per il 48enne sono scattate le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nonché il deferimento in stato di libertà per il reato di detenzione di beni culturali e, al termine delle formalità di rito, lo stesso è stato sottoposto alla misura precautelare della custodia cautelare in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Il 46enne, invece, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché ‘beccato’ con 34 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana presso la propria abitazione e per guida senza patente (infrazione infrabiennale). Il mezzo in uso a quest’ultimo è stato sottoposto a sequestro amministrativo per confisca per la guida senza patente nonché a sequestro amministrativo poiché privo di copertura amministrativa.

La sostanza stupefacente, analizzata presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando provinciale dei carabinieri di Foggia, sarebbe stata in grado di produrre circa 60.000 dosi da immettere sulle diverse piazze di spaccio del capoluogo dauno. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo per il 48enne la custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto ‘covo della droga' in pieno centro, dentro oltre 16 kg di stupefacenti, quadri e reperti archeologici

FoggiaToday è in caricamento