Attimi di tensione in Questura, 35enne si ribella a un controllo e dà in escandescenza: arrestato per danneggiamento

il giorno di Pasquetta, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e del Reparto Volanti hanno tratto in arresto il nigeriano Kinglsey Asewo, classe 1984, per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento

Immagine di repertorio

'Pasquetta' movimentata in via Gramsci, a Foggia, dove un uomo condotto per accertamenti negli uffici della questura ha dato in escandescenza, portando scompiglia sia all'interno che all'esterno della struttura.

Il fatto è successo ieri, quando gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e del Reparto Volanti hanno tratto in arresto Kinglsey Asewo, classe 1984, per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Più nel dettaglio, ieri pomeriggio, la pattuglia RPC interveniva in ausilio presso i locali della Questura Ufficio Volanti, in quanto uno straniero non voleva allontanarsi dagli uffici.

In particolare, il cittadino nigeriano veniva accompagnato negli uffici delle 'Volanti' perché non in regola con il permesso di soggiorno, ma dopo le formalità di rito non intendeva uscire dalla struttura. Nonostante i numerosi inviti a lasciare gli uffici, rivoltigli sia in italiano che in inglese, l’uomo si stendeva a terra opponendo resistenza passiva.

A quel punto con l’ausilio degli agenti RPC, il giovane veniva accompagnato all’esterno della questura, ma appena fuori iniziata a protestare, spargendo ovunque i capi di abbigliamento che aveva nello zaino e nelle buste che aveva con sé; i poliziotti raccoglievano il materiale e lo rimettevano nello zaino  restituendolo allo straniero mentre questi si allontanava. Ad un certo punto, il 35enne ritornava indietro e lanciava lo zaino e le buste contro le auto della polizia e sopra le telecamere, facendo modificare l’inquadratura.

Non contento, si avvicinava al cancello pedonale dell’ingresso della Questura, che nel frattempo era stato chiuso e lo percuoteva talmente forte che danneggiava la serratura, riuscendo ad aprirlo ed entrare, senza autorizzazione, all’interno del cortile della questura.

A quel punto l’uomo si dirigeva verso gli Uffici interni, con l’intento di entrarvi ma veniva prontamente fermato dagli agenti. Alla luce di quanto ricostruito, il nigeriano veniva tratto in arresto e dopo le formalità di rito, condotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Terribile incidente mortale nel Foggiano: perde la vita una donna, quattro i feriti

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento