Gravi condizioni di salute, il boss Trisciuoglio resta ai domiciliari

Considerato uno degli esponenti di vertice della criminalità mafiosa, proseguirà la detenzione in regime degli arresti domiciliari, dove già si trovava

Avrebbe dovuto scontare la sua pena in carcere, ma per via della gravi condizioni di salute, Federico Trisciuoglio, considerato uno degli esponenti di vertice della criminalità mafiosa, coinvolto nelle vicende relative all’omicidio Panunzio del 1993 e alle operazione ‘Day Before’ del 1995, Double Edge del 2002, Poseidon del 2004 e Osiride del 2007, proseguirà la detenzione in regime degli arresti domiciliari, dove già si trovava.

Questa mattina il personale della Squadra Mobile ha proceduto a notificare al boss del clan nato a Foggia nel 1953, il provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale prosecuzione della detenzione domiciliare a termine, ex art. 47 ter comma 1 ter O.P. e contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione alla scadenza, con conseguente ordine di scarcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica di Bari ufficio Esecuzioni Penali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento