Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Gravi condizioni di salute, il boss Trisciuoglio resta ai domiciliari

Considerato uno degli esponenti di vertice della criminalità mafiosa, proseguirà la detenzione in regime degli arresti domiciliari, dove già si trovava

Avrebbe dovuto scontare la sua pena in carcere, ma per via della gravi condizioni di salute, Federico Trisciuoglio, considerato uno degli esponenti di vertice della criminalità mafiosa, coinvolto nelle vicende relative all’omicidio Panunzio del 1993 e alle operazione ‘Day Before’ del 1995, Double Edge del 2002, Poseidon del 2004 e Osiride del 2007, proseguirà la detenzione in regime degli arresti domiciliari, dove già si trovava.

Questa mattina il personale della Squadra Mobile ha proceduto a notificare al boss del clan nato a Foggia nel 1953, il provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale prosecuzione della detenzione domiciliare a termine, ex art. 47 ter comma 1 ter O.P. e contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione alla scadenza, con conseguente ordine di scarcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica di Bari ufficio Esecuzioni Penali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravi condizioni di salute, il boss Trisciuoglio resta ai domiciliari

FoggiaToday è in caricamento