Espulso dal territorio nazionale, ma in pianta stabile a Manfredonia: arrestato

Nell'ambito della stessa operazione, sono state denunciate altre due persone responsabili di violazioni alle prescrizioni disposte dall'autorità giudiziaria

Immagine di repertorio

Espulso da territorio nazionale, ma in pianta stabile a Manfredonia. Lo ha scoperto la polizia di Manfredonia, nell’ambito di una serie di controlli straordinari del territorio, disposti dal dirigente del Commissariato sipontino, Agostino De Paolis. Gli agenti in servizio hanno controllato e arrestato un cittadino albanese di 35 anni il quale, nonostante fosse stato già espulso dal territorio nazionale con decreto del prefetto di Foggia, faceva rientro in città e vi permaneva illegalmente.

Dopo giudizio direttissimo, lo stesso è stato condannato con decreto di espulsione e coatto alla frontiera. Sempre nel corso di tale attività sono state denunciate in stato di libertà altre due persone di 39 e 40 anni, che si erano rese responsabili di violazioni alle prescrizioni disposte dall’autorità giudiziaria in quanto il primo sottoposto al regime degli arresti domiciliari l’altro alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento