Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Severo

San Severo, scippò donna alla stazione ferroviaria: arrestato 35enne

Enzo Padulo era già agli arresti domiciliari per un reato analogo. Il 12 agosto scorso scippò signora della borsa, ma venne intercettato dai carabinieri e fu costretto a disfarsi dell’oggetto e a dileguarsi

E’ stato tratto in arresto dai carabinieri, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Foggia, Enzo Padulo, 35enne di San Severo ritenuto l’autore dello scippo perpetrato ai danni di un’anziana donna, il 12 agosto scorso, nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di San Severo

La vittima e il marito, scesi dal treno, hanno guadagnato l’uscita dello scalo ferroviario per salire su un autobus che li avrebbe riportati a casa. Ma quando l’uomo si è allontanata per fare i biglietti, la donna è stata raggiunta dallo scippatore, che con un gesto fulmineo le ha tolto la borsa dalle braccia ed è scappato.

Fortunatamente, pur non sapendo dell’accaduto, una pattuglia dei carabinieri ha notato Padulo correre per le vie del centro e per questo si è posta al suo inseguimento. Accortosi della presenza dei militari, per evitare l’arresto, l’uomo si disfaceva della borsa (dalla quale non era stato asportato nulla) facendo perdere le proprie tracce.

Dopo aver provveduto alla consegna dell’oggetto alla malcapitata, i carabinieri hanno avviato le ricerche del giovane, che però non hanno sortito gli effetti sperati. Le successive risultanze acquisite, e tra tutte il riconoscimento immediato effettuato dagli uomini in divisa, dimostravano le responsabilità di Enzo Padulo in merito allo scippo commesso, con evidenze tali da portare l’Autorità Giudiziaria competente ad emettere apposita ordinanza di custodia cautelare in carcere. Già agli arresti domiciliari per un analogo reato, è stato quindi tradotto presso il carcere di via delle Casermette a Foggia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Severo, scippò donna alla stazione ferroviaria: arrestato 35enne

FoggiaToday è in caricamento