Cronaca

Documentazioni false ai migranti, l'uomo arrestato non è consulente del lavoro. L'Ordine: "Noi da sempre attenti al tema dell'inclusione"

Le precisazioni del presidente dell'ordine dei Consulenti del Lavoro di Foggia Massimiliano Fabozzi: "Il nostro ordine ha sempre sostenuto la legalità ed è attento alle problematiche legate all'inclusione lavorativa dei migranti"

Si chiama Attilio Ferrandino, il 46enne arrestato dalla polizia con l'accusa di favoreggiamento della permanenza illegale sul territorio nazionale di 312 soggetti extracomunitari, tutti irregolari

Sulla vicenda è intervenuto Massimiliano Fabozzi, presidente dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro di Foggia, il quale precisa che Ferrandino non risulta iscritto all'Ordine. "Vorrei chiedere a chi divulga le notizie di verificarle preventivamente, così da evitare che l’intera categoria dei Consulenti del Lavoro venga infangata", precisa Fabozzi che poi aggiunge: "Il nostro Ordine, insieme al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro ed alla Fondazione Studi, ha elaborato documenti, fatto interlocuzioni con i rappresentanti del Governo e delle Istituzioni, realizzato incontri a distanza con gli iscritti per garantire strumenti di sostegno agli imprenditori e ai lavoratori durante la pandemia".

"L’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Foggia - conclude Fabozzi - ha sempre sostenuto e sostiene la legalità ed è attento alle problematiche legate all’inclusione lavorativa dei migranti, tema al quale ha dedicato ben tre edizioni di 'Colloqui di lavoro', eventi formativi e convegni organizzati con l’Università degli Studi di Foggia e l’U.L.P. (Unione Lavoristi Previdenzialisti)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documentazioni false ai migranti, l'uomo arrestato non è consulente del lavoro. L'Ordine: "Noi da sempre attenti al tema dell'inclusione"

FoggiaToday è in caricamento