Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Carlantino

Arrestato Dino D’Amelio: sindaco di Carlantino accusato di corruzione per induzione

Si sarebbe fatto consegnare, da un imprenditore aggiudicatario di commesse per lavori pubblici, somme per circa 14mila euro

Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Foggia, nei confronti dell’Ing. Dino D’Amelio, sono stati i militari della Guardia di Finanza di Lucera. Il sindaco di Carlantino è accusato del reato di corruzione per induzione.

In particolare, l’attività investigativa, ha permesso di acquisire fonti di prova in ordine a condotte illecite perpetrate dall’esponente del Partito Democratico, che si sarebbe fatto consegnare, da un imprenditore aggiudicatario di commesse per lavori pubblici, somme per circa 14mila euro per finanziare uno spettacolo organizzato dal Comune nonché la sua campagna elettorale per le elezioni amministrative dell’anno 2010.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato Dino D’Amelio: sindaco di Carlantino accusato di corruzione per induzione

FoggiaToday è in caricamento