Estorsione a negoziante di Foggia: 18enni incensurati beccati col denaro in busta, arrestato il presunto mandante

Misura cautelare in carcere per Tommaso D'Angelo, ritenuto il mandante di una estorsione di 200 euro a un commerciante di un negozio in prossimità del centro di Foggia

Gli agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno notificato una misura cautelare in carcere nei confronti di Tommaso Alessandro D'Angelo, 34 anni, con precedenti penali. L'uomo è accusato di essere il mandante di una estorsione del mese scorso ai danni dei titolari di un negozio di casalinghi.

Nel dicembre dello scorso anno vennero arrestati due 18enni incensurati. In particolare, uno dei proprietari del negozio, mentre rincasava, aveva trovato sul proprio portone una busta contenente una lettera minatoria in cui si pretendevano 200 euro al mese specificando che un emissario si sarebbe presentato al negozio per il pagamento simulando l'acquisto di cinque buste lettere.

La sera del 5 dicembre un giovane entrò in un negozio per ritirarle, ma all'uscita i poliziotti lo sorpreso e lo arrestarano insieme ad un altro ragazzo, mentre entrambi stavano controllando il contenuto delle buste.

Leggi qui gli aggiornamenti sulla notizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento