Dopo anni di pestaggi e violenze, trova il coraggio di denunciare il compagno: arrestato

I carabinieri hanno arrestato un 35enne di Cerignola. Per lui, le accuse sono pesantissime, anche perché l’uomo era già in regime di arresti domiciliari per droga e introduzione e spendita di banconote false e durante tale periodo ha picchiato più volte la compagna tanto da costringerla alle cure dei sanitari

Immagine di repertorio

Dopo anni di pestaggi e violenze, trova il coraggio di denunciare e far arrestare il compagno. E' accaduto nel Chietino, dove la risposta delle Istituzioni, dopo l’entrata in vigore della nuova legge sulla violenza di genere, è stata immediata ed efficace, per una donna di 27 anni.

I carabinieri della Compagnia di Chieti, infatti, hanno arrestato il compagno violento, 35enne di Cerignola, ieri pomeriggio e, dopo avergli notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere, lo hanno portato in via Madonna del Freddo. Le accuse sono pesantissime anche perché l’uomo era già in regime di arresti domiciliari per droga e introduzione e spendita di banconote false e durante tale periodo secondo quanto rilevato dai militari, non solo ha frequentato persone pregiudicate, assunto sostanze stupefacenti, ma soprattutto ha picchiato più volte la compagna tanto da costringerla a ricorrere alle cure dei sanitari.

L’ultimo episodio, all’inizio del mese di ottobre, quando al rientro dal lavoro, la donna è stata accolta sull’uscio di casa, a suon di schiaffi, calci e pugni dal compagno, davanti ad un collega che è stato poi costretto a bloccare fisicamente l’uomo in evidente stato di agitazione.

La situazione all’arrivo dei carabinieri era evidente: sul tavolo, vi erano i residui di una dose di eroina appena consumata dall’uomo; la casa era a soqquadro e in un angolo c’era la donna con evidenti segni sul viso, che terrorizzata non riusciva inizialmente nemmeno a parlare.

Raccolte tutte le testimonianze, anche dei vicini che hanno chiamato il 112, della donna e dei parenti, tutte convergenti sulle aggressioni fisiche e verbali, i militari hanno relazionato in Procura: da qui l’arresto immediato dell’uomo e la custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento