Armi, munizioni e kg di 'maria': arrestati zio e nipote

In particolare, il 55enne è stato arrestato per detenzione abusiva di arma da fuoco, ricettazione e detenzione di marijuana finalizzata allo spaccio, mentre il nipote di 29 anni è ai domiciliari per la detenzione di stupefacente

Uno nascondeva armi, l’altro droga. E’ quanto scoperto dai carabinieri nelle disponibilità di Vittorio Seccia, cerignolano di 55 anni, e del nipote omonimo, di 29 anni. In particolare, il 55enne è stato arrestato per detenzione abusiva di arma da fuoco, ricettazione e detenzione di marijuana finalizzata allo spaccio. All’interno della sua abitazione, i militari hanno recuperato una canna facente parte di un fucile a canne mozze risultato essere oggetto di furto perpetrato a Canosa di Puglia nel luglio del 2015, oltre a vario munizionamento, sia calibro 12 che 7,65.

Estesa la perquisizione anche presso un capannone di proprietà ed in uso esclusivo dell’arrestato, i militari hanno recuperato anche 286 piante di marijuana messe ad essiccare, oltre a circa 2,5 kg della stessa sostanza già pronta per lo spaccio. In casa del nipote, il giovane Vittorio Seccia, classe 1987, invece, i militari hanno sequestrato circa 70 grammi di marijuana già confezionata per lo spaccio. Il 29enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di marijuana e sottoposto ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento