menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

“Mio padre non è un mostro, violenza solo con le mani”

48enne arrestato a Cerignola "per violenza sessuale aggravata e atti persecutori nei confronti della figlia”, che a FoggiaToday precisa: “La bambina non ha assistito ad alcuno stupro o violenza sessuale”

“Mio padre non è assolutamente un mostro né tantomeno un orco ma una persona con un carattere molto imponente e che ha sempre creduto nei suoi valori e idee”. A precisarlo a FoggiaToday è la figlia dell’uomo arrestato il 12 dicembre a Cerignola in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare in carcere per i reati di “violenza sessuale aggravata e atti persecutori nei confronti di sua figlia”, ‘colpevole’ di essere in fase di separazione dal marito e di aver intrapreso una nuova relazione sentimentale.

Figlia che però ora sostiene, tramite il suo legale, che le notizie sono state diffuse “in maniera distorta e con termini non idonei e adatti all’accadimento reale dei fatti, non tenendo conto della sensibilità e riservatezza dell’argomento e – aggiunge - senza tener conto del mio stato d’animo già colpito dalla vicenda subita e della tutela dei miei figli minori, i quali non erano completamente a conoscenza dell’accaduto o meglio dei particolari del fatto”.

Secondo la vittima, che stando al racconto degli inquirenti il 6 novembre scorso era giunta al Pronto Soccorso in evidente stato confusionale riferendo di essere stata aggredita dal padre poco prima mentre si trovava all’interno della sua abitazione, il padre avrebbe reagito in quel modo perché non accettava la sua scelta di vita e, quindi, “non sicuramente allo scopo di voler fare una violenza sessuale sulla propria figlia, bensì nel volerla menomare fisicamente e basta”. Infatti, spiega la donna, “la violenza è stata è stata solo operata con le mani”.

La figlia del 48enne arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Cerignola conclude: “Voglio precisare che mia figlia minore non ha assistito ad alcuno stupro o violenza sessuale e che mio padre è sempre stato premuroso e disponibile nei confronti dei suoi nipoti. Sono sicura che sarà fatta chiarezza sulla questione”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento