rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Cerignola / Via Trinitapoli

Rapina finisce nel sangue, estrae coltello e ferisce titolare: arrestato

L'episodio è avvenuto in un negozio di casalinghi e alimentari di via Trinitapoli a Cerignola. Albakar Aibdalla Afodullahi Bahar è stato arrestato dalla polizia

E' finita nel sangue la rapina messo a segno ieri pomeriggio in un’attività commerciale di casalinghi e alimentari di via Trinitapoli a Cerignola, dove Albakar Aibdalla Afodullahi Bahar ha ferito il titolare con un coltello. Il 32enne è stato arrestato dagli agenti di polizia del commissariato locale con l’accusa di rapina impropria e lesioni personali aggravate.

La rapina e il ferimento del titolare

Ieri pomeriggio Gli Agenti Reparto Prevenzione Crimine, in servizio presso il Commissariato di Cerignola sono intervenuti presso l’esercizio commerciale per via di una rapina. Giunti sul posto un dipendente dell’attività ha riferito che poco prima era entrato nel negozio un uomo di colore, alto circa mt.1.90, con giubbotto di colore blu, felpa di colore scuro e pantaloni tipo jeans a "vita bassa", che chiedeva con insistenza dei superalcolici mentre nella tasca posteriore si intravedeva fuoriuscire il manico di un coltello di colore bianco. Poiché l'attività è sprovvista di tale categoria merceologica, il malfattore si è avviato tra gli scaffali e ha asportato prodotti infilandoli nelle tasche del giubbotto o consumandoli sul posto. A quel punto il titolare è intervenuto per allontanare il soggetto, che però ha estratto il coltello e lo ha ferito dandosi poi alla fuga. La vittima è stata accompagnata al pronto soccorso.

L’arresto del rapinatore 32enne

Gli Agenti della pattuglia hanno effettuato le ricerche nell’immediatezza dell’accaduto e poco distante hanno notato una persona che corrispondeva alla descrizione fornita. Il soggetto, alla vista dell’auto di servizio, ha accelerato il passo e buttato il coltello in un bidone dei rifiuti, prontamente recuperato dagli operatori che poco dopo lo hanno bloccato e accompagnato in Commissariato per i dovuti accertamenti. Bahar - risultato in possesso di un permesso di soggiorno per motivi umanitari ma recentemente scaduto - è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione della Procura della Repubblica. Il titolare dell’attività ha riconosciuto l’aggressore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina finisce nel sangue, estrae coltello e ferisce titolare: arrestato

FoggiaToday è in caricamento