menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fotogramma

Il fotogramma

Punta il coltello alla gola della cassiera e fugge con 10mila euro: arrestato 23enne

I carabinieri, grazie alle immagini tratte dal sistema di videosorveglianza, hanno arrestato un 23enne cerignolano accusato di una rapina in banca messa a segno ai danni di una banca di Bitritto nel dicembre scorso

Rapinò una banca tenendo in ostaggio la cassiera con il taglierino puntato alla gola. A seminare il panico in un istituto di credito di Bitritto è stato un cerignolano di 23 anni, individuato e arrestato dai carabinieri. L’uomo - arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bari - dovrà rispondere di rapina aggravata.

Il giovane, nella mattinata del 1° dicembre scorso, si è introdotto nella filiale di una banca ubicata in pieno centro, a Bitritto e, scavalcato uno sportello, ha afferrato dalle spalle, tenendola con un braccio per il collo, una cassiera. Quindi, sotto la minaccia di un grosso taglierino puntatole in gola, le ha intimato di indicargli dove fosse la cassa, atteso che lo stesso non riusciva a trovarla.

La malcapitata, non avendo alcuna alternativa, ha assecondato la richiesta del bandito e gli ha indicato la cassa, da dove ha potuto prelevare il denaro, che riponeva nelle tasche del giubbotto e dei pantaloni. La stessa operazione, trascinando con sé la donna, l’ha compiuta presso la cassa a fianco. Anche in questo caso il 23enne ha prelevato il contante, infilandoselo nelle tasche.

Arraffato il bottino, pari a circa 10 mila euro, senza mollare la cassiera, si è diretto verso l’uscita e dopo aver intimato l’apertura della porta di emergenza, ha finalmente liberato dalla morsa la donna e, non contento, ha scalciato il direttore, che nel frattempo gli aveva aperto la porta e si è dileguato in tutta fretta.

Le indagini, basate sulla visione dalle immagini impresse dalle telecamere di videosorveglianza dell’istituto di credito, hanno consentito l’identificazione del rapinatore, deferito in stato di libertà e raggiunto, l’altro giorno, dal provvedimento cautelare spiccato dall’Autorità Giudiziaria. Il 23enne si trova ora rinchiuso nel carcere di Foggia, essendo stato catturato a Cerignola dai militari della stazione di Bitritto, coadiuvati dai militari del posto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento