Cronaca Cerignola

Panico in Pronto Soccorso, si rifiuta di fare la fila e dá in escandescenze: arrestato tra urla, minacce e spintoni

Caos al 'Tatarella' di Cerignola: finanza e polizia hanno arrestato Giuseppe Saracino, 37enne cerignolano, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno: seduto su una barella, pretendeva di essere visitato subito senza fare la fila

Non vuole fare la fila, paziente in pronto soccorso infastidisce i dipendenti della strututra del 'Tatarella' di Cerignola e dà in escandescenze minacciando sanitari e operatori di polizia. 

E' accaduto lo scorso 21 febbraio, quando finanza e polizia hanno arrestato Giuseppe Saracino, 37enne cerignolano, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno in Cerignola. Gli operatori sono arrivati in pronto soccorso allertati dalla Sala Operativa, in quanto i sanitari avevano segnalato un paziente che infastidiva i dipendenti della struttura sanitaria.

Giunti sul posto, gli stessi hanno identificato Saracino che, seduto su una barella, pretendeva di essere visitato subito senza fare la fila; sul momento, vistosi redarguito, il 37enne sembrava calmarsi, ma appena gli operatori sono andati via, ha ripreso ad inveire contro il personale sanitario. 

Gli operatori sono quinti tornati indietro e hanno trovato l'uomo mentre girava per i corridoi gridando e infastidendo il personale. Non pago, iniziava a spintonare uno dei militari, minacciandolo. L’uomo in preda ad forte stato di agitazione è stato fermato e condotto presso gli Uffici del locale Commissariato; dopo le formalità di rito è stato tratto in arresto e condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico in Pronto Soccorso, si rifiuta di fare la fila e dá in escandescenze: arrestato tra urla, minacce e spintoni

FoggiaToday è in caricamento