Blitz in casa di un incensurato, c'erano armi clandestine e munizionamento da guerra: arrestato

Michele Cristiano di Cerignola si trova nel carcere di Foggia. Fatale per lui la perquisizione compiuta dalla polizia nel suo appartamento

Munizionamento da guerra

Agenti del commissariato di Cerignola diretto dal vicequestore aggiunto, Loreta Colasuonno, nella tarda mattinata di martedì scorso hanno tratto in arresto Michele Cristiano, incensurato classe 1955. In particolare, nel corso di attività info-investigativa, è stato accertato che l’uomo deteneva altre armi, oltre a quelle legalmente in suo possesso. Pertanto, nella tarda mattinata di martedì scorso, gli agenti si sono recati presso la sua abitazione ubicata nel centro storico di Cerignola per compiere una perquisizione.

Alla richiesta di mostrare le armi legalmente detenute - due pistole semi automatiche ed un fucile – Cristiano rispondeva di averle buttate. La successiva perquisizione ha permesso però di rinvenire due pistole sotto un cuscino del letto matrimoniale: una calibro 9 parabellum (9 x 19), di fabbricazione cecoslovacca, completa di caricatore rifornito di dieci cartucce calibro 9 x 19 parabellum, di cui cinque da guerra, che, da accertamenti in banca dati, non risultava intestata a nessun acquirente, in quanto di sicura importazione estera clandestina. E una calibro 6,35, riportante la matricola di fabbricazione spagnola, completa di caricatore rifornito di un proiettile calibro 6,35 GFL. Il modello, seppur vecchio, si presentava in discrete condizioni e meccanicamente funzionante.

Inoltre, all’interno di un settimino, è stata rinvenuta una replica di pistola cromata, calibro 8 mm, con l’estremità della canna filettata per consentire l’avvitamento di un silenziatore, completa di caricatore rifornito di quattro cartucce calibro 380 auto GFL. E poi ancora un silenziatore artigianale, una cartucciera contenente 20 cartucce calibro 12 per fucile, e varie bustine con all’interno cartucce per pistole di vario calibro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto alla casa circondariale di Foggia, a disposizione della competente Procura della Repubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento