menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scappa a folle velocità e tampona auto ad un incrocio: arrestato, reddito di cittadinanza sospeso e multa anti-covid

Un 45enne di Canosa di Puglia è stato arrestato dai carabinieri di Cerignola dopo un inseguimento sulla Sp 95 bis terminano con un incidente ad un incrocio

Ancora controlli a Cerignola da parte dei Carabinieri della locale Compagnia, impegnati anche la scorsa settimana nei servizi straordinari ad alto impatto, che hanno riguardato le aree più sensibili della città. Decine di posti di controllo sono stati svolti sulle principali arterie stradali cittadine, identificando circa 500 persone e controllando oltre 320 veicoli. I militari hanno svolto numerose perquisizioni sul posto e hanno vigilato anche sul rispetto della normativa volta a contrastare il contagio da Covid-19.

In occasione di uno di questi, sulla Sp 95 bis, un 45enne di Canosa di Puglia, non ha osservato l’alt intimatogli dall’equipaggio dei militari dell’Arma, ma accelerato nel tentativo di evitare il controllo.

Durtante l'inseguimento, a forte velocità e con manovre pericolose, ha messo più volte a repentaglio l’incolumità degli utenti della strada, creando una situazione di generale pericolo.

Al termine della sua folle corsa, a Canosa di Puglia, in prossimità di uno stop, il conducente in fuga ha perso il controllo dell’auto e ha tamponato una autovettura guidata da una donna che era ferma all’incrocio, fortunatamente rimasta illesa.

Il fuggitivo, dopo aver abbandonato il veicolo, ha tentato invano di dileguarsi a piedi, ma è stato raggiunto e bloccato poco dopo dai carabinieri, identificato e eferito in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale alla procura della Repubblica presso il tribunale di Trani.

All’uomo, valutata la gravità del reato commesso e la pericolosità della condotta tenuta, così come disposto dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trani, è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari, con contestuale sospensione del beneficio del reddito di cittadinanza da lui fruito.

Trovandosi al di fuori del proprio comune di residenza senza validi motivi, il 45enne è stato anche sanzionato ai sensi della normativa anti-Covid-19.

Nell’ambito dei controlli volti a monitorare il rispetto delle misure di contenimento del Covid-19, la settimana scorsa, a Cerignola, i carabinieri hanno sanzionato altre 21 persone: 13 per la violazione del “coprifuoco” e 8 per mancato utilizzo della mascherina protettiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento