Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Carabinieri in azione: nascondeva cocaina purissima in bagno, arrestato 31enne

Arrestati un 38enne francese e un 25enne del Benin per furto. Una foggiana di 38 anni per allaccio abusivo alla rete Enel

Proseguono senza sosta i controlli straordinari del territorio finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati contro il patrimonio e la persona. Numerosi i posti di blocco e le perquisizioni eseguite, che hanno consentito di arrestare quattro persone, accusati a vario titolo di furto, spaccio e ricettazione. E di eseguire due ordini di espiazione di pena.

I militari dell’Arma hanno arrestato un 38enne francese – Juline Geroges Jean - sorpreso per le vie del centro a bordo di una Citroen C3 rubata poche ore prima ad Ariano Irpino, e associato alla casa circondariale di Foggia. In via delle Casermette è finito anche un 25enne del Benin – Kadri Zakari - fermato e controllato mentre era alla guida di un furgone Fiat Ducato rubato un anno fa nel capoluogo, ritrovato con targhe di nazionalità bulgara.

Sempre con l’accusa di furto aggravato, i carabinieri hanno tratto in arresto una 38enne foggiana, poiché a seguito di  un controllo compiuto presso la sua abitazione unitamente al personale dell’Enel, hanno accertato la creazione di un allaccio abusivo alla rete elettrica per una indebita sottrazione stimata intorno ai 3mila euro.

Tra gli arrestati c’è anche un 31enne di Foggia, Alfredo Devis Perriello, nel cui appartamento gli uomini del 112 hanno trovato, all’interno di una scatola nascosta in bagno, circa 10 grammi di cocaina purissima, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi, sostanza per il taglio e un bilancino di precisione.

Eseguita invece un ordine di espiazione di pena di un anno e quattro mesi – emesso dal tribunale di Foggia - nei confronti di Luigi Ruggiero, per il reato di rapina commesso in Foggia ad agosto del 2013 presso il Sigma in via De Prospero. Nell’occasione lo stesso con la scusa di dover pagare una bottiglietta d’acqua, all’apertura del cassetto del registratore di cassa spintonava la cassiera asportando quanto poteva e dandosi alla fuga. Il predetto veniva associalo alla casa circondariale di Foggia. Altro ordine di espiazione di pena di un anno e tre mesi, a carico di Nicola Cannone, 25 anni, emesso dal tribunale per i minorenni di Bari  per i reati di ricettazione e furto commessi in Foggia nel 2006.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri in azione: nascondeva cocaina purissima in bagno, arrestato 31enne

FoggiaToday è in caricamento