Cronaca Stornarella

E' pericoloso e potrebbe reiterare il reato: giudice lo passa dai domiciliari al carcere

L'uomo, 63enne barese, è accusato di ricettazione in concorso: lo scorso 13 ottobre fu arrestato con altri due uomini mentre erano a bordo di due autovetture risultate appena rubate

Si aprono le porte del carcere per Francesco Pellegrino, 63enne barese già arrestato (e sottoposto ai domiliciari) lo scorso 13 ottobre, quando i carabinieri di Stornarella hanno arrestato tre uomini provenienti da Bari, i quali erano stati intercettati a bordo di due autovetture che, da accertamenti, erano risultate appena rubate nel capoluogo di regione.

A distanza di 3 mesi e mezzo, i militari della stessa stazione, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari, hanno nuovamente arrestato il 63enne, attualmente sottoposto agli arresti domiciliari, e lo hanno accompagnato al carcere di Bari.

Il provvedimento è scaturito da una nuova valutazione dei fatti del gip competente, ovvero quello di Bari, che - in virtù della pericolosità del soggetto, e del concreto pericolo di reiterazione di reati analoghi - ha deciso che fosse il carcere, e non il proprio domicilio, il luogo più idoneo dove attendere la celebrazione del processo che lo vede accusato di ricettazione in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' pericoloso e potrebbe reiterare il reato: giudice lo passa dai domiciliari al carcere

FoggiaToday è in caricamento