Denunciato dalla Polfer 10 giorni fa, sorpreso mentre tenta un furto di cavi in rame: arrestato

Gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno sorpreso e arrestato un 50enne foggiano, con precedenti specifici, intento a preparare il terreno per un furto di cavi in rame ai danni della Rete Ferrovie Italiane

Immagine di repertorio

Era stato denunciato dieci giorni fa dalla Polizia Ferroviaria di Foggia per aver tentato di trafugare nella stessa zona cavi di rame delle Ferrovie, e viene nuovamente arrestato per lo stesso reato.

Lo scorso 19 gennaio, gli Agenti della Polfer infatti, con il coordinamento del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise, avevano continuato a mantenere la stretta osservazione della zona “calda” dei furti, nell’ambito del territorio di Apricena, avvalendosi anche della fattiva collaborazione di personale di R.F.I. Protezione Aziendale.

Proprio il mirato monitoraggio della zona ha consentito di individuare persone intente a far buche nel terreno. Così, l’immediato allarme, ha permesso alla pattuglia Polfer di individuare una persona fuggire delle ferrovie. L’arrestato, Nicola Marino, di 50 anni, è risultato pregiudicato con precedenti specifici; pertanto è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento