Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

"Possiamo usare il bagno?". Ma è solo una scusa: anziano gentile derubato del portafogli

E’ accaduto ad Apricena, dove i carabinieri hanno arrestato una nomade 19enne di origine rumena, ritenuta responsabile di un furto con destrezza ai danni di un pensionato, e denunciato la sua giovane complice, di appena 13 anni

Immagine di repertorio

“Possiamo usare il bagno?” Una richiesta apparentemente innocente, che però si è rivelata solo la scusa per un furto in danno di un anziano gentile.

E’ quanto accaduto ad Apricena, dove i carabinieri hanno arrestato una nomade 19enne di origine rumena, ritenuta responsabile di un furto con destrezza ai danni di un pensionato del luogo, messo a segno insieme ad una connazionale di appena 13enne. Le due giovanissime, dopo aver individuato un locale in via di ristrutturazione, in via Don Lorenzo Milani e con all’interno un ignaro anziano, proprietario dello stabile, si sono avvicinate chiedendo alla vittima la possibilità di utilizzare il bagno.

Una volta all’interno, mentre una era impegnata a distrarre il malcapitato, l’altra cercava qualcosa di fruttuoso da rubare. Così, dal taschino interno della giacca dell’anziano ha asportato il portafogli contenente la somma di 300 euro. Arraffato il maltolto, la giovane ha dato un cenno alla complice per andare via. L’anziano, insospettitosi da tale atteggiamento, si è reso subito conto che il suo portafogli era stato rubato e ha allertato il 112.

In zona era presente una pattuglia che, appena ricevuta la segnalazione del furto, è riuscita a raggiungere le due fuggitive e a bloccarle, recuperando tutto il bottino che è stato immediatamente restituito all’anziano. Su disposizione della procura della Repubblica di Foggia, la maggiorenne è stata  tradotta in carcere mentre la minorenne accompagnata in una struttura educativa in provincia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Possiamo usare il bagno?". Ma è solo una scusa: anziano gentile derubato del portafogli

FoggiaToday è in caricamento