Cronaca Motta Montecorvino

Fidanzata lo lascia, lui le rende la vita impossibile: arrestato per atti persecutori

L'uomo, un 48enne di Monte Sant'Angelo, è stato arrestato a Motta Montecorvino. A Foggia, in un'occasione, aveva tentato di strangolare e accoltellare la vittima

Quando i carabinieri della stazione di Motta Montecorvino si sono recati presso l’abitazione di una donna, che pochi minuti prima aveva chiamato chiedendo ai militari di intervenire, hanno trovato Antonio Cassa, 48enne di Monte Sant’Angelo, appostato all’esterno dell’appartamento che proferiva frasi minacciose alla ex compagna con la quale aveva intrattenuto una relazione sentimentale durata dieci anni, fino a quando, nel 2013, la donna straniera aveva deciso di troncare il rapporto.

L’uomo aveva trascorso la notte in strada creando dormendo su dei cartoni proprio in prossimità dell’abitazione. Già in passato si era reso protagonista di vicende analoghe nei confronti dell’ex; in particolare, pochi giorni dopo la fine della loro relazione, all’interno di un palazzo di Foggia aveva tentato di strangolarla e accoltellarla con un coltello da cucina.

Appostamenti, pedinamenti e percosse. Così il 48enne era diventato un incubo e un pericolo per la donna. In un’occasione l’uomo, non avendo più notizie della vittima, con la speranza di rintracciarla si era persino recato nel paese d’origine dell’ex.

L’episodio accaduto a Motta Montecorvino, dove la donna lavora come collaboratrice domestica, è l’ultimo di una lunga serie di eventi che purtroppo la costringevano a cambiare abitudini di vita e vivere in uno stato d’ansia continuo. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Foggia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzata lo lascia, lui le rende la vita impossibile: arrestato per atti persecutori

FoggiaToday è in caricamento