Attimi di tensione in Questura: foggiano salta la fila, rifila schiaffi e calci ad un agente e gli mette le mani al collo

Caos ieri mattina, all'ingresso degli uffici di via Gramsci dove un uomo pretendeva di entrare senza farsi identificare e saltando la fila dei presenti. Preso dall'ira ha aggredito l'operatore rimediando un arresto immediato

Immagine di repertorio

Non curandosi delle persone in fila, pretendeva di entrare in questura senza farsi identificare al corpo di guardia. Così, un foggiano di 54 anni, ha creato disordine negli uffici di via Gramsci, rimediando un arresto per i reati di resistenza, violenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale.

E' accaduto ieri mattina: l'agente in servizio al corpo di guardia ha richiamato l'uomo, che pretendeva di saltare la fila e passare senza farsi identificare; nonostante il tentativo dell'operatore, che invitava il 54enne alla calma, lo stesso tirava con forza la porta d’ingresso nel tentativo di aprirla e non appena è uscita una persona, ne ha approfittato per varcare l’ingresso. Non pago, ha offeso e minacciato il dipendente, mettendogli le mani al collo e scagliandosi con calci e schiaffi. Immediatamente sono intervenuti altri poliziotti che hanno bloccato l'uomo, ora presso la propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Colloqui di lavoro a Foggia: ecco le 60 aziende che offrono occupazione, centinaia i candidati che ci proveranno

Torna su
FoggiaToday è in caricamento