rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

"Riparami il telefono gratis", al rifiuto del negoziante torna con un coltello e prova a colpirlo

E' successo a Foggia. Il ragazzo è stato arrestato nell'ambito dell'operazione 'Alto Impatto'. In altri due episodi carabinieri e agenti di polizia sono stati aggrediti

Nell’ambito della nuova operazione ‘Alto Impatto’ che ha visto un centinaio di operatori delle forze dell’ordine appartenenti alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, impegnati in tutta la Capitanata in una serie di perquisizioni, ispezioni, rastrellamenti, posti di blocco e controlli ad esercizi commerciali, sono state arrestate 21 persone

A Foggia due soggetti di 38 e 25 anni sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale. Il primo, dopo essere stato trovato riverso sul cofano di un’autovettura, si è opposto al controllo dei militari inveendo nei confronti degli stessi con calci e pugni.

Il più giovane, dopo aver preteso la riparazione gratuita del proprio telefono cellulare dal dipendente di un negozio di telefonia, è ritornato e con fare minaccioso, ha impugnato un coltello a serramanico, con il quale ha tentato di colpire con un fendente il commerciante. Non vi è riuscito soltanto grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri. L’uomo risponderà anche di tentata estorsione e di porto illegittimo di armi ed oggetti atti ad offendere.

Sempre nel capoluogo dauno, un 38enne è stato arrestato dal personale delle Volanti per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, poiché, sfrecciando con la sua autovettura ad alta velocità per le vie del centro cittadino, ha tentato di eludere l’alt della polizia. Bloccato, si è poi scagliato contro gli agenti.

A seguito di perquisizione personale e domiciliare, un 48enne è statro trovato in possesso di 40 grammi di sostanza stupefacente, suddivisa in bustine per lo spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riparami il telefono gratis", al rifiuto del negoziante torna con un coltello e prova a colpirlo

FoggiaToday è in caricamento