Senza biglietto si rifiuta di scendere dal treno, poi afferra agente per un polso e lo colpisce con un pugno

E' accaduto a bordo del treno Intercity lungo la tratta Foggia-San Severo: un agente della Polfer libero dal servizio era intervenuto in ausilio del capotreno poiché il 51enne non voleva pagare il biglietto e scendere dal treno

Immagine di repertorio


Attimi di paura l'11 gugno scorso a bordo del treno Intercity 606 quando un agente della polizia ferroviaria, al termine del proprio turno di servizio notturno espletato presso la Stazione di Foggia, saliva sul convoglio in abiti civili e libero dal servizio per far rientro a casa. 

Nel tratto che collega il capoluogo dauno a San Severo, l'uomo interveniva in ausilio del capotreno in quanto vi era un viaggiatore sprovvisto di titolo di viaggio, che si rifiutava categoricamente di pagare il titolo di viaggio e di scendere presso la prima stazione utile di San Severo.

A quel punto l'agente interveniva invitandolo a scendere, ma veniva afferrato per un polso e colpito con un violento pugno all'addome. Il poliziotto, per evitare che la situazione precipitasse, provvedeva a bloccare l'individuo, poi identificato in Giuseppe Togato di 51 anni.

Presso la stazione di San Severo, l'agente, con l'ausilio del personale del commissariato di polizia, che nel frattempo era stato allertato, provvedeva a trarre in arresto l'aggressore per resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio, violenza e lesioni personali

Togato aveva diversi pregiudizi di polizia. Su disposizione della locale Procura della Repubblica veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Il poliziotto, sottoposto a visita medica presso il nosocomio 'Masselli Mascia', veniva dimesso con prognosi di cinque giorni
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Colloqui di lavoro a Foggia: ecco le 60 aziende che offrono occupazione, centinaia i candidati che ci proveranno

Torna su
FoggiaToday è in caricamento